Introduzione

L’anno 2018/2019 vede nella nostra comunità diocesana e nei nostri oratori un ulteriore tappa, di un cammino che ha il suo inizio dal momento che a Roma “Pippo Buono” diede origine a quell’opera meravigliosa che chiamò Oratorio”.

Una tappa importante!!!
La preparazione a cura da parte degli stessi anima educatori del primo sussidio invernale diocesano :

“Mani in pasta… e vide che era cosa buona”



Noi tutti che spendiamo le nostre energie nell’istituzione oratorio, riteniamo che i nostri piccoli, intraprendano il cammino della vita… scoprendo l’azione creativa di Dio come dono gratuito e che riescano a percepire “la bellezza” in tutte le sue forme “come sorriso di Dio” in un mondo che dà spesso priorità al male e alla disarmonia.
Ci metteremo in viaggio per l’Italia in compagnia di un simpatico, Frà Battista che incontrerà cinque personaggi divenute guide e testimoni, uomini che si sono scommessi per dare a quanti li hanno avvicinati e vivono ancora nel loro esempio…”sogni grandi”:..
Ci echeggiano ,infatti, ancora nelle orecchie le parole del nostro Papa Francesco, ai giovani al Circo Massimo 11 agosto 2018:

…”I sogni grandi includono, coinvolgono, sono estroversi, condividono, generano nuova vita. E i sogni grandi, per restare tali, hanno bisogno di una sorgente inesauribile di speranza, di un Infinito che soffia dentro e li dilata. I sogni grandi hanno bisogno di Dio per non diventare miraggi o delirio di onnipotenza”, per un cammino di vita che non contrabbandi l’essere per l’avere.

Noi degli “oratori” vogliamo scommetterci, caricando gli zaini dei nostri piccoli di speranze e gioie che, malgrado le difficoltà della vita, regalano loro ”la vita di fede” che come educatori abbiamo il dovere di garantire loro...

Proposta

Nel tempo che noi viviamo, nasce una riflessione nuova che ci coinvolge tutti: il rapporto dell’uomo con l’ambiente…
un ambiente che poco a poco, sta cedendo la sua “naturale bellezza e prosperità sotto “ i colpi” che l’uomo” stesso gli infligge.

Facciamo nostre le parole di Mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti – Vasto, “...la Bellezza che salva, sperimentata lì dove l’eternità mette le sue tende nel tempo e il compimento si unisce all’inizio della creazione - per portarla al centro dell’attenzione e dell’impegno di coloro cui sta a cuore la causa della piena umanità dell’uomo secondo il disegno di Dio, è per i credenti sorgente di nuovo slancio nel loro servizio a ogni creatura ed insieme è una sfida e una promessa per tutti...”.
“La parola” della Sacra Scrittura afferma che è l’uomo la vera armonia del mondo. Soltanto l’uomo può proclamare nel suo atto di fede che Dio è “padre onnipotente, creatore del cielo e della terra”.
L’uomo è il senso del mondo. Il suo amore alla natura è tutt’uno con l’amore a Dio e con l’amore verso gli uomini.
…e vide che era cosa molto buona…”,queste parole ci dicono semplicemente che questo nostro mondo, ” nel cuore e nella mente di Dio”, è il luogo in cui tutti possono trovare il proprio posto e sentirsi “a casa”…una casa condivisa ,affidata all’uomo e alla sua custodia.
L’uomo e la donna disattesero ”il buono e il bello” che Dio aveva creato e donato, ma” la fede dricta, speranza certa e carità perfecta” ci fa ritornare a quel”…e vide che era cosa molto buona…” e al Cristo che si incarna e cammina per le nostre strade…
La bellezza salverà il mondo: il Padre Creatore, il figlio Redentore, lo Spirito Santo Amore! Attraverso lo scandire dei verbi; ACCOMPAGNARE, APPROFONDIRE, INCONTRARE , VEDERE, AGIRE ,PREGARE i ragazzi realizzeranno l’impegno di custodire il dono della creazione, attraverso stili di vita più sobri e rispettosi delle risorse naturali e dei valori ad esse legati. Educandosi all’accoglienza dell’altro, al discernimento della verità, alla solidarietà, al senso della gioia che nasce da un “cuore” semplice e pieno di Dio, alla mondialità e alla pace, alla coscienza dell’amore donato.
I nostri piccoli e ragazzi dell’oratorio invernale saranno supportati in questo viaggio, attraverso le bellezze della creazione, e al valore dalle riflessioni su alcuni punti dell’enciclica “Laudato sì” del nostro Santo Padre Francesco, che afferma con chiarezza il suo appello;
“La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale…” (n. 13), che richiede “di rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del nostro pianeta” (n.14).
Guida e compagno di viaggio sarà un giovane frate ”frà Battista…il frate artista” che con zaino in spalla, ci condurrà in un cammino scandito dalle quattro forze della natura: terra, aria, acqua e fuoco. Il nostro Frà Battista incontrerà cinque testimoni-chiave che hanno fatto della loro vita un capolavoro e un inno, un inno di ringraziamento e di umile fedeltà…

S. Francesco d’Assisi: La terra
Un inno di lode e di ringraziamento a Dio, umile e ricco di contemplazione.
S. Filippo Neri: L’aria
un inno alla gioia della vita e all’armonia delle relazioni.
Don Tonino Bello: L’acqua
un inno alla mondialità e alla pace.
Mons Arista e Mons. Pulvirenti : il fuoco
un inno all’amore a Dio e alla carità

I nostri ragazzi avranno la possibilità, attraverso le varie attività proposte per fasce d’età e per tappe, di conoscere e approfondire l’uso di nuove tecnologie e delle associazioni che danno un grande contributo alla custodia del creato.
I ragazzi dei nostri oratori faranno esperienza nell’esaltare, valorizzare e custodire la bellezza del nostro territorio all’interno del Parco Culturale Ecclesiale diocesano, soprattutto durante il tempo di Avvento e Quaresima, tramite itinerari di formazione, attraverso l’osservazione delle opere d’arte presenti nel nostro territorio, ma anche volgendo lo sguardo alla cultura, alle tradizioni, agli stili di vita, alle esperienze religiose, alle tradizioni radicate nella cultura e nella religiosità popolare, di cui la nostra diocesi è ricca.

Facendo conoscere e visitando i luoghi dove hanno vissuto gli uomini che hanno reso grande la tradizione oratoriana della nostra diocesi ,unica nel meridione ad aver lavorato per gli oratori fin dal tempo del loro fondatore S. Filippo Neri.

NEWS

Vi aspettiamo tutti mercoledì per la Presentazione Ufficiale del primo Sussidio per l'Oratorio Invernale realizzato dal Coorda.

Un sogno che diventa realtà!
#maniinpasta #evidecheeracosabuona #oratorioinvernale2018 #diocesidiacireale #oratorio #bellezza #creato